Home » Pierino Chiandussi neo eletto

Pierino Chiandussi neo Coordinatore CUPLA FVG

Pierino Chiandussi

«Pressing per il pieno riconoscimento politico, economico e sociale degli anziani, il 25% della popolazione regionale. Al centro temi socio-sanitari e il passaggio di competenze ai giovani»

Il Consiglio regionale allargato Capla Fvg si è riunito oggi a Udine alla presenza del coordinatore nazionale del Cupla – il coordinamento unitario pensionati lavoratori autonomi -. Pierino Chiandussi, già presidente regionale degli autotrasportatori di Confartigianato e attuale presidente dell’Anap Fvg, succede a Sergio Cozzarini. Nel prossimo biennio attenzione anche su: invecchiamento attivo, case di riposo, assistenza domiciliare, truffe, digitalizzazione.

È Pierino Chiandussi il nuovo Coordinatore di Capla Fvg, il coordinamento unitario pensionati lavoro autonomo che in regione riunisce oltre 80mila iscritti. Già capogruppo regionale degli autotrasportatori di Confartigianato e attuale presidente di Anap Fvg, l’associazione dei pensionati artigiani, Chiandussi è stato designato oggi (giovedì 2 settembre) al coordinamento del Consiglio regionale di Capla Fvg riunitosi nella sede udinese cella Cciaa Pn Ud, presente Gian Lauro Rossi, Coordinatore Nazionale del Cupla il coordinamento nazionale unitario dei pensionati del lavoro autonomo.

Chiandussi succede a Sergio Cozzarini, espressione di Coldiretti, e per due anni guiderà una compagine composta a livello regionale dai pensionati di Confcommercio, Confartigianato, Cna, Coldiretti, Confagricoltura, Confesercenti, Agricoltori italiani. Sarà affiancato dai vice presidenti Sergio Cozzarini e Guido De Michielis.

Ringraziando il predecessore e tutti i componenti del direttivo regionale Capla per «il positivo e proficuo lavoro svolto» che ha consentito «di acquisire un ruolo significativo nei rapporti con le Istituzioni regionali», Chiandussi ha confermato, sin dalla premessa del suo intervento, la volontà di proseguire «un rapporto importante» avviato con i sindacati confederali dei lavoratori dipendenti», auspicando di arrivare sempre a un’intesa comune fra realtà che, insieme, rappresentano 150mila pensionati.

Obiettivo «fondamentale che il Capla continuerà a perseguire – ha proseguito il neo Coordinatore – è il pieno riconoscimento politico, economico e sociale degli anziani nella società e in specie in Friuli Venezia Giulia dove rappresentano il 25% della popolazione: 1 anziano ogni 4 abitanti».
Il presidente di Confartigianato Fvg Graziano Tilatti ha portato il saluto ai lavori del consiglio regionale del Capla della Cciaa di Pordenone-Udine e del suo presidente Giovanni Da Pozzo, richiamando poi l’attenzione sul tema della “riforma sanitaria anche in ragione dell’impatto del Covid, che ha messo in ginocchio la sanità, la società e l’economia”, e sottolineando che “occorre tenere ancora alta la guardia rispetto alla pandemia, per la tutela soprattutto della fasce più fragili della popolazione, tra cui gli anziani”. Infine Tilatti ha rinnovato a tutte le categorie di lavoratori l’appello a vaccinarsi.

Il coordinatore nazionale del Cupla Gian Lauro Rossi, complimentandosi con Chiandussi per il nuovo incarico, ha sottolineato l’impegno a livello nazionale del Cupla, ha chiesto al governo Draghi, ha evidenziato “di istituire un tavolo unico permanente con tutti gli attori sul tema anziani, superando l’attuale frammentazione in molteplici gruppi di lavoro”, e ha sollecitato il governatore del Fvg Massimiliano Fedriga, in quanto presidente della Conferenza Stato-Regioni, di “istituire un tavolo analogo a livello regionale, in tutte le venti regioni del Paese, contando che in alcune di queste esistono già esperienze del genere”.

Nello specifico, nel corso prossimo biennio Chiandussi, in continuità con il lavoro svolto dal Capla in questi anni, sarà motore di attenzione e di attività riguardo a invecchiamento attivo della popolazione; non autosufficienza e solitudine degli anziani; strutture residenziali per anziani; sistema sanitario (abbattimento liste d’attesa, potenziamento assistenza territoriale e domiciliare); digitalizzazione; sensibilizzazione anti-truffe; reddito; trasferimento delle competenze ai giovani per quei mestieri altrimenti destinati alla scomparsa. Tutte questioni per le quali il neo Coordinatore ha ribadito l’opportunità «di costituire un Osservatorio regionale tra associazioni pensionati, Regione e tutte le istituzioni che si occupano dei problemi socio-assistenziali e sanitari».

Intanto già dalle prossime settimane Capla Fvg organizzerà sui territori incontri con le associazioni «per monitorare le diverse situazioni e coordinare le iniziative in atto» e si farà promotrice di un convegno sugli obiettivi programmatici di Capla Fvg invitando a confronto i vertici della Regione, soprattutto sui temi socio-sanitari.